Milano ed un limone.

Qui non parlo di pubblicità, quindi se volete cambiare canale fate pure.

Qui parlo di Milano, del rumore dei clacson e del puzzo di pipì agli angoli, ma anche del tramonto dalla mia finestra e del catalogo Ikea 2011. Parlo del lento ritorno alla routine, delle 4 ore di treno, dell' abbonamento della metro, del burro che manca e della polvere che si accumula. E c' è una sottile tristezza in tutto questo.

Tra poco più di un mese sarà finito tutto. Niente più lezioni, niente più scuola, niente classi, niente appunti, niente di niente.
Ed io, seppur la carte siano ancora in gioco per poco, non mi sento ancora nè carne nè pesce. Spero solo ci sia un limone da qualche parte, che sta bene con entrambi.

Un' agenzia acida. Forse è quello che mi ci vuole.
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Delicious
  • Google Buzz

2 commenti:

Anonimo ha detto...

* un'agenzia

Chiara ha detto...

Ciao! anche io sono di nuovo a Milano a studiare....o meglio, a cercare di inventarmi qualcosa per la tesi.
Tu che università/corso/master frequenti? Io ho cercato a lungo qualcosa di specifico in pubblicità ma non ho trovato nulla (errata corrige: ho trovato solo corsi da migliaia di euro)

Posta un commento