I migliori spot di questo mese.

Dopo la delusione mondiale, Nike ha lanciato uno spot in Brasile in previsione delle Olimpiadi del 2016. La tagline recita "Tomorrow starts now", ed è un chiaro invito a preparare la rivincita per questa seconda occasione.



Un commercial patriottico e un grande utilizzo della tecnologia per la birra canadese Molson. Mi astengo dal giudizio se sia un fake o meno, ma il concetto è comunque molto divertente e di impatto.



Un altro spot tagato Nike (si parla di Jordan in questo caso), con un concetto interessante e una realizzazione che, anche grazie al budget, è da 9. RE2PECT.

  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Delicious
  • Google Buzz

Perchè una GoPro è la miglior amica del viaggiatore.

Durante gli ultimi anni ho viaggiato molto, percorrendo distanze su tre continenti differenti e scattando fotografie in situazioni più o meno probabili. Se c'è una cosa che ho imparato è che per un viaggiatore (o almeno per questo viaggiatore) non importano i megapixel, la luminosità della lente o quante decine di modalità diverse di scatto si possano avere, ma che una camera piccola, versatile e soprattutto che attira poco l'attenzione sia il massimo che si possa chiedere.

Non sto parlando delle foto da turista, di quelle con il cavalletto davanti alla Tour Eiffel; per quello c'è già flickr e 500px, e troverete 2000 versioni dello stesso monumento/via/piazza scattate con una qualsiasi magnifica reflex.

Sto parlando delle foto che sono il vostro diario di viaggio, quelle vere, quelle che raccontano e ricordano qualcosa allo stesso tempo. Quelle foto di cui un viaggiatore va fiero. Quelle che a volte ti perdi perchè non hai la macchina pronta, non l'hai portata, o semplicemente non puoi sfoderarla.

Ci sono situazioni, soprattutto nei paesi africani e altre realtà disagiate, in cui è meglio non attirare attenzioni con una macchina ingombrante. In altre occasioni (e questo accade spessissimo) nel tempo in cui abbiamo trovato la scintilla creativa, sfoderato la macchina, tolto il coperchio, selezionato modalità/esposizione/sensibiltà giusta, il nostro soggetto se n'è già andato.

Ovviamente, questa piccola macchina ha tutte le limitazioni del caso, e non è la scelta giusta se si pensa alla qualità dell'immagine e alla varietà di lenti, tuttavia mi permetto di sottolineare una piccola rivoluzione per tutti i creative-gipsy in giro nel mondo.

Qui sotto, alcuni dei migliori video girati con questo piccolo gioiello.






  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Delicious
  • Google Buzz

2014 World Cup - Instant AD

I giochi finiscono, cala il sipario, e i vincitori si portano a casa il loro trofeo. Ma appena prima che i riflettori si spengano sull'ennesima edizione della coppa del mondo, per molti brand è tempo di portare a casa un po' di celebrità riflessa grazie alla nazionale tedesca.

Ecco qui sotto alcuni degli esempi più brillanti di Instant Ad che hanno chiuso i giochi in Brasile.






  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Delicious
  • Google Buzz

Addio Iphone 4. Benvenuto Galaxy.

Dopo 3 anni abbondanti di servizio e 3 continenti attraversati, un mese fa ho dato l'addio al mio amato e indistruttibile Iphone 4. Comprato a giugno 2011, mi ha accompagnato con onore durante i miei viaggi barboneggianti e le mie serate alcoliche nei peggiori bar riportando contusioni e fratture senza tuttavia mollare mai.

Devo anche sottolineare che, data la mia presenza in Ghana, sono riuscito a rivenderlo (seppur un po' ammaccato) ad un nuovo proprietario che spero continuerà a gioire delle sue applicazioni balzellanti.

Lo dichiaro così, sono passato a Samsung. Dopo un'offerta difficile da ignorare (anche detta botta di culo) ho acquistato un Galaxy s5. Meglio? Peggio? Samsung avrà definitivamente superato Apple? Difficile da definire, ma i punti di forza delle due case sono interessanti e potete vederli qui sotto.

Meglio un cellulare più versatile, con batteria più durevole, e un sistema open o la qualità garantita e la resistenza made in Apple?

A voi la scelta.





  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Delicious
  • Google Buzz

Storie di Obroni.

Non sono riuscito a resistere più di 6 mesi in Italia. Grazie ad una mail distratta, una di quelle che invii in un caldo venerdì di Giugno con allegato il tuo CV, ho cambiato di nuovo il mio percorso.

Ora scrivo da Accra, Ghana. Fiero avamposto di Now Available Africa.
L'ombelico del mondo, per quanto ho potuto vedere finora.

Da qui continuerò a raccontare questa storia con Enrico, Art e amico di vecchia data.
Seguiteci nel nostro nuovo blog: The White Sheeps.



  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Delicious
  • Google Buzz

Come trovare lavoro nel 2013

La ricerca di un lavoro è sempre stato un argomento sensibile, soprattutto in un periodo di profonda crisi come questo. Si parla tanto di disoccupazione e la frustrazione dei giovani è arrivata ai limiti, ma personalmente sono sempre stato dell'opinione che con la volontà e la giusta idea, niente è impossibile.

La crisi della Spagna è più profonda della nostra, e sono in molti quelli come Enzo che da mesi e mesi  portano in giro lo stesso curriculum senza aver avuto una sola risposta.

Un giorno però Enzo ha deciso di cantare il suo curriculum in metro. E lo ha fatto particolarmente bene.
Il risultato:

500.000 visualizzazioni del video su Youtube in pochi giorni.
Stampa e giornali nazionali hanno ripreso la notizia.

Sinceramente non so se il ragazzo abbia ricevuto anche delle offerte di lavoro, ma con una presentazione così non penso tarderanno ad arrivare.

Ánimo y suerte Enzo!

  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Delicious
  • Google Buzz

Il pettirosso.

The Proud Robin by Gianluca Sgarriglia (GianlucaSgarriglia)) on 500px.com
The Proud Robin by Gianluca Sgarriglia


Ed ogni tanto, come una febbre, torna lo spirito del pettirosso.

Questo è un racconto che ho letto nel libro di un amico durante il mio lungo viaggio.
Una storia che parla ai pettirossi che non si accontentano del loro posticino.
A tutti quelli che vorrebbero volare via dal loro nido.


"Noi si è i pettirossi, Saverio." 
Iniziava sempre così, bisbigliandomi dalla sua altitudine questa constatazione che a me suonava insieme misteriosa ed esaltante, non avendo mai visto un pettirosso e immaginandomelo come un uccello meraviglioso. "Noi libertari si è pettirossi, coraggiosi come quell'uccellino di tanto tempo fa che volle andare dal falchetto. Vuoi che te la conto ancora?" Non aspettava mai che io gli dicessi di sì.
"Allora, c'era questo pettirosso, piccolo che lo tenevi nel pugno della mano, ma con le sue idee che nessuno riusciva a togliergliele dal capo. Voleva volare in qua e in là a vedere il mondo, becchettare dove c'era da sfamarsi, e non gli piaceva per nulla che gli avessero assegnato il suo posticino e morta lì. Così che un giorno prese il coraggio a quattro mani e si presentò dal signor falchetto, il re degli uccelli del bosco. 'Vorrei il permesso, signoria, di andare un po' dove mi pare, tanto non darei fastidio a nessuno, piccolino come sono. Così gli disse, e intanto gli tremavano tutte le penne. I1 falchetto s'adombrò immediatamente e fece la voce grossa: 'Questa è una faccenda che non mi piace per nulla. Tu devi mettere la testa a posto e non star a disturbare conle tue pretese. Fila via o chiamo le gazze'. E nel dirgli questo, senza neppure farci caso, gli diede una zampata che gli artigliò a sangue un'ala. L'aveva pagata cara quell'uccelletto la sua smania di libertà. Ma testardo com'era, in due o tre giorni era di nuovo in aria a volare. Certo, alla bell'e meglio, che arrancava dietro alla sua aluccia offesa tutto di sghimbescio. Sembrava diventato un pagliaccio tanto era buffo come si era ingegnato di volare con un'ala sola. E tutti gli uccelli giù a ridere. E ridevano a crepapelle anche il signor falchetto e le sue gazze. Così che dal gran ridere nessuno si accorgeva che a ogni giorno che passava il pettirosso volava sempre un po' più in alto e un po' più in là del posto che gli avevano assegnato. E il giorno che il falchetto se n'è accorto il pettirosso oramai volava così in su che dall'alto prese a bombardare sul capo il re degli uccelli a colpi di cacatine. "


Maurizio Maggiani - Il coraggio del pettirosso
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Delicious
  • Google Buzz